AMBRANERA 09-02-2018

AMBRANERA

IL NOSTRO TRIBUTO ALLE MITICHE STOUT SPILLATE NEI PUB ANGLOSASSONI E IRLANDESI.


Continua la nostra esplorazione delle infinite varianti del gusto con la creazione di una corposa oatmeal stout. Chi ama sorseggiare le birre scure nei momenti di intimo godimento dei piaceri della vita troverà in Ambranera una complice suadente.


Dopo il successo della recente single batch Imperial Coffe Stout 2017 (duemila bottiglie vendute in soli tre giorni) vi proponiamo un’altra birra scura: Ambranera

Versate nel bicchiere l’affascinante fluido nero, coronato da una sontuosa schiuma beige, sorseggiate con calma la sua consistenza morbida e fatevi avvolgere dall’armonia dei sentori. La schiuma è compatta, aderente e setosa. La prevalenza di malti tostati torrefatti si manifesta con deliziose note di cioccolato, caffellatte e liquirizia (nettamente percepibili anche sotto il profilo olfattivo) mentre l’avena e i malti caramello le conferiscono una moderata cremosità. Il leggero amaro finale la rende equilibrata e armoniosa. 

Ambranera è l’appassionato tributo del nostro birraio Alessandro Reali alle mitiche scure spillate nei pub anglosassoni e irlandesi: una birra in perfetto stile oatmeal stout, ad alta fermentazione e bassa gradazione alcolica, moderatamente complessa ma abbastanza ricca da scaldare d’inverno e rinfrescare d’estate, meno corposa della imperial, ma decisamente più “piena” delle comuni dry stout (Guinness e simili). 

“Le stout sono una categoria di birra assai ampia, perfezionata in Gran Bretagna e in Irlanda fra il XVII e il XVIII secolo. In Ambranera troverete gli effetti di un’abbondante quantità di avena, che ne determina la cremosità e la morbidezza al palato. In questa ricetta sono presenti Pale Ale, Crystal, Coffee, Chocolate, Black, Oat e Golden Naked Oat. Il luppolo (Magnum) influisce minimamente sul profilo aromatico, esprimendo solo una nota finale amara”. 

Così Alessandro Reali racconta la sua ultima creazione: con evidente soddisfazione, e…, come diciamo spesso in Otus, quando Alessandro è soddisfatto delle proprie creazioni, possiamo essere tutti ottimisti. 

Con AMBRANERA ci rivolgiamo sia ai consumatori curiosi sia ai gourmet appassionati: mettetela in tavola insieme a primi e secondi, con formaggi grassi e semigrassi, oppure insieme ai dolci, come per esempio un tortino al cioccolato o una cheesecake. Chi invece preferisce sorseggiare le “scure” nei momenti di intimo godimento dei piaceri della vita troverà in Ambranera una complice suadente. Non a caso, nei pub d’oltremanica è usuale accompagnarla con le ostriche. Vi aspettiamo in birrificio.