italia medaglie brusels beer challenge

L’Italia conquista il 2° posto alla decima edizione del Brussels Beer Challenge

Di seguito pubblichiamo integralmente il comunicato stampa ufficiale del Brussels Beer Challenge 2021 a cura di Thomas Costanoble, inviato ad Otus da Eva Aleman, responsabile del Brussels Beer Challenge. 

I risultati del Brussels Beer Challenge sono stati annunciati durante una cerimonia tenutasi alla fiera Horeca Expo a Gand in Belgio. L’Italia si riconferma sul podio tra i paesi più premiati con 33 medaglie e si posiziona tra il Belgio, che conquista il primo posto con 83 medaglie e gli Stati Uniti al terzo posto con 32 medaglie. 

 

Record di iscrizioni per la sua decima edizione, il Brussels Beer Challenge ha registrato 1800 birre provenienti da 35 paesi nel 2021. La giuria di 75 degustatori internazionali si è riunita a Bruxelles a fine ottobre.

 

Il Belgio in testa.

Il Belgio si è mobilizzato in massa per cercare di mantenere la sua posizione di leader al Brussels Beer Challenge. Il risultato è all’altezza delle aspettaive con un totale di 80 medaglie attribuite a 53 birrifici. Il jackpot è senza dubbio per la Malheur 10 del birrificio De Landtsheer de Buggenhout che si attribuisce l’Oro e il trofeo della migliore birra belga. I birrifici Dupont, Palm e Alken-Maes e Huygue riconfermano le madaglie d’Oro per le birre Bon Vœux, Rodenbach Grand Cru, Affligem blonde e Sint Idesbald Rousse. Degna di nota è la performance del birrificio 3F situato a Frameries che porta a casa l’Oro nella categoria

« Triple » con la birra Domincains triple. Un vero e proprio exploit se si pensa che la categoria accoglie piu di 100 birre.

 

L’ITALIA AL 2° POSTO.

Con 33 medaglie portate a casa, l’Italia sale un altro gradino sul podio delle migliori nazioni birrarie. Terzo paese per numero di iscrizioni con 178 birre in gara, l’Italia si riconferma come uno dei paesi più rappresentati anche quest’anno. Con 11 medaglie d’oro, 6 medaglie d’argento e 16 medaglie di bronzo, il numero di riconoscimenti è in crescita rispetto al 2020 dove 30 medaglie erano state attribuite ai birrifici italiani a pari numero di iscrizioni.

La qualità delle birre presentate è inoltre in aumento, ne testimonia il numero di medaglie d’oro in crescita rispetto alla scorsa edizione, che passa da 8 a 11 e la percentuale di medaglie attribuite all’Italia che è del 33% contro il 16% globale.

30 sono i birrifici ricompensati, tra cui spiccano particolarmente il Birrificio Otus che porta a casa due ori con Pils2 e OS7 e il Birrificio Rethia, oro con Tropicana e Red IGA « Rebo » che si attribuisce il prestigioso trofeo Best Italian Beer of the Competition.

Il trofeo COMAC vola in Cina, la Norvegia vince il titolo di Birrificio dell’Anno.

La Cina conferma sempre di più il suo status di nazione birraria di alto livello. Con 18 medaglie di cui 9 Ori, il paese si posiziona al 5° posto. Il birrificio Dangge Brewing di Pechino conquista l’ambitissimo trofeo COMAC assegnato al miglior birrificio della competizione. La birra premiata è une Imperial Stout con note di vaniglia e caffé. La seconda sorpresa proviene dalla Norvegia che vede il birrificio Lindheim Ølkompani conquistare il prestigioso titolo di Birrificio dell’Anno, titolo che era stato attribuito nel 2020 al birrificio Dupont situato nella regione di Hainaut in Belgio.

L’azienda Lindheim Ølkompani situata nella contea di Telemark, nel sud della Norvegia, è specializzata nella produzione di frutta che utilizza come ingrediente per la produzione della sua birra. Il birrificio ha vinto 3 medaglie tra cui l’Oro per la Sour Cherry – Farmer’s Reserve.

 

 

Una giuria internazionale presieduta da un ministro !

La giuria internazionale del Brussels Beer Challenge ha riunito quest’anno 75 esperti indipendenti e giornalisti provenienti da 20 paesi diversi. Tra di loro c’era anche il Ministro della regione di Bruxelles, Sven Gatz, che ha presieduto la giuria durante tutta la competizione.

Il ministro Sven Gatz, grande amatore ed esperto di birra, ha contribuito in maniera significativa alla nascita del Brussels Beer Challenge nel 2012 quando occupava il posto di direttore della Federazione dei Birrifici del Belgio.

 

A proposito del Brussels Beer Challenge.

Il Brussels Beer Challenge, è stato fondato nel 2012 dalla società Becomev (Beer, Communication and Events) diretta da Luc De Raedemaeker e Thomas Costenoble. Questa competizione birraria internazionale è stata creata a risposta dell’interesse crescente per la cultura della birra che ha generato un’evoluzione del numero di birrifici al livello internazionale. La prima edizione del Brussels Beer Challenge si è svolta nel 2012 alla Bourse di Bruxelles, un edificio che sarà prossimamente dedicato al mondo e alla cultura della birra. Da allora, l’evento è diventato itinerante e fa scalo ogni anno nelle città più dinamiche e prestigiose al livello birrario del Belgio. Per festeggiare il 10° anniversario, il concorso è tornato a Bruxelles.

 

Gli obiettivi del Brussels Beer Challenge :

  1. Promuovere la diversità della cultura della birra
  2. Mettere a disposizione del consumatore un marchio di qualità indipendente
  3. Offrire ai birrifici un mezzo performante di marketing riconosciuto dai professionisti
Otus_negativo
Contatti

Via Rumi 7
24068 Seriate (Bergamo)

+39 035 296 473
info@birrificiootus.com
P.IVA 03979410168

Orari di apertura

Martedì 14:30-18:30
Venerdì 14:30-18:30
Sabato 9:00-12:30